Curiosità 

CONCORSO BEST REPORTER 2014

✓  ESPRIMI LA TUA PREFERENZA! VOTA IL BEST REPORTER!                 ➨  ➨  ➨

arca-enel-reporter-live-turisti-per-caso-2

Ci hanno emozionato, coinvolto, ci hanno fatto sorridere e viaggiare con loro: sono i Giovani ARCA (o “figli della luce“, come amano essere chiamati) che con il viaggio in Sri Lanka hanno vissuto un’avventura straordinaria. Accompagnati da Roberto Raspini di Reporter Live, dal giornalista Filippo Boni e dal videomaker Francesco Piazzesi, i ragazzi hanno visitato i luoghi più belli dello Sri Lanka e hanno imparato, divertendosi, come fare un reportage.

 

Tornati a casa, alcuni di loro hanno messo in parole il viaggio appena concluso. Qui di seguito trovate dunque i reportage dei ragazzi, in concorso per il premio Best Reporter.

 

I reportage saranno valutati da una giuria altamente qualificata, che giudicherà gli elaborati tenendo conto anche della votazione online. Quest’anno abbiamo una giuria veramente d’eccezione che ospita, tra gli altri, Patrizio Roversi e la redazione di Turisti per Caso.

 

Il Best Reporter 2014 vincerà un viaggio per l’estate 2015!!

 

Non vi resta che leggere e… Votare!

 

 

viviana Osenga best reporterIl quarto principe di Serendip

di Viviana Osenga

Ho davanti a me una pagina bianca, una valigia aperta ancora da svuotare e che tra poco dovrà essere riempita di nuovo e il riflesso di me allo specchio con i capelli schiariti dal sole e la testa piena di pensieri. Sono a casa da poco più di ventiquattro ore e ho già cercato di raccontare questa esperienza in mille modi diversi, sempre però con la sensazione di non riuscire a trasmettere quanto mi abbia toccato e colpito veramente. Forse perché le emozioni sono difficilmente traducibili a parole, ma il non riuscire a tradurre qualcosa è una sensazione che una persona che studia lingue straniere come me può difficilmente tollerare [continua a leggere]

 

 

alberto-mussinatto-reportage-di-viaggio-best-reporter-2014

Sinestesie, il fascino dei sensi

di Alberto Mussinatto

Sinestesia, non ho mai compreso appieno cosa questa parola, così strana e complicata, volesse dire.

Durante i miei studi molti hanno cercato di convincermi che fosse una sorta di tecnica poetica per meglio descrivere ciò che non si può descrivere, le sensazioni e i sentimenti.

Tutto è cominciato da un volo in partenza da un aeroporto sperduto, in ritardo, così in ritardo che ho pensato seriamente di mancare all’appuntamento della partenza.

Ma, un po’ per fortuna, un po’ per il fine di questa storia, un piccolo bimotore si stacca da terra nella cornice delle Dolomiti, in un cielo che profuma di avventura e magia come le alpi al tramonto. Finalmente sono partito, arriverò in ritardo, ma arriverò [continua a leggere]

 

 

sara-marri-reportage-di-viaggio-best-reporter-2014

Il mio primo viaggio all’estero

di Sara Marri

Ho sempre sentito dire: “Viaggiare è come vivere due volte” oppure “Un viaggio non è un viaggio vero se non ti cambia almeno un po'”.

I pochi viaggi che ho fatto fino ad oggi sono stati tutti molto belli però forse nessuno mi aveva dato conferma di questa cosa, non avevo mai visitato una civiltà cosi diversa da noi… Forse è proprio questa la differenza… In questo viaggio è stato come vivere una seconda vita… Una vita diversa… Come rinascere in un posto molto molto lontano nel tempo, catapultata nel passato… Quasi come nei film che guardavo da bambina [continua a leggere]

 

 

gaetano mario lopezViaggiare

di Gaetano Mario Lopez

Viaggiare. Viaggiare è il pane di un giovane, di ogni giovane sognatore. Ogni viaggio è una scoperta, è uno scoprirsi. E’ la prima volta che prendo l’aereo verso Oriente, poco conosco della cultura dei popoli Orientali, e ancora meno conosco dello Sri Lanka, della sua gente, e questo solo fatto già mi pervade di curiosità. Difficile raccontare le emozioni, le sensazioni, la conoscenza che ho trovato in questa Terra, ancora più difficile esprimere tali stati sul freddo foglio, ancora bianco [continua a leggere]
 

 

agnese-di-giusto-reportage-di-viaggio-best-reporter-2014Cronaca di un tramonto cingalese

di Agnese Di Giusto

Silenzio. L’oceano ci circonda, ci abbraccia, ci culla. Sembra quasi che quest’immensa massa d’acqua voglia consolarci, nonostante questo suo color grigio-bluastro la faccia apparire un po’ malinconica. Non assomiglia per niente al mare che abbiamo conosciuto in questi giorni: trasparente, giocoso, ricco di pesci dai colori sgargianti e di coralli meravigliosi. Chissà, forse è il suo modo di salutarci, di dirci arrivederci; sì, arrivederci, ma non addio.Silenzio. È uno di quei silenzi ricchi di parole e di emozioni. È uno di quei silenzi che ti riempie, che dice tutto, che racchiude la bellezza di questi giorni passati in Sri Lanka: una bellezza che affascina lasciando senza parole, semplicissima e ricca di spiritualità. [continua a leggere]
 

 

elena-cervesato-reportage-di-viaggio-best-reporter-2014Le scoperte dello Sri Lanka

di Elena Cervesato

Non mi ero mai sentita così vicina al Cielo. Eppure laggiù si sente forte il pulsare della vita e si è lontanissimi  dalla perfezione. Ricordo le bellezze di quella terra affiancate al caos, le scimmie alle preghiere, i temporali ai sonagli dei danzatori. Mai avrei immaginato la Pace così rumorosa.

ALBA o anche prima – ACQUA

Nello svegliarmi avverto un piccolo brivido, un piccolo momento di eccitamento pensare, quando mi sveglio, di essermi svegliata in Sri Lanka. È la stessa sensazione di quando, il primo giorno, siamo scesi dall’aereo il primo giorno e abbiamo respirato il tepore dell’Isola Splendente, solo un po’ più contenuta [continua a leggere]
 

 

davide de angelisSri Lanka’s tour

di Davide De Angelis

Era il 21 agosto, le onde del Tirreno si infrangevano contro le scogliere spinte dallo Scirocco, qui a Civitavecchia. Era il giorno della partenza, il giorno in cui avrei lasciato tutto alle spalle per una nuova avventura, ignaro della compagnia che avrei trovato ed apprezzato ogni giorno sempre più. Ed eccoci qui io e la mia concittadina arrivati in  appena venti minuti in aeroporto, neanche se ci fossimo teletrasportati. Siamo stati accolti dal nostro capo gruppo Roberto..è  toscano…oh,   mi  stanno simpatici  i  toscani!  Il  tempo  delle presentazioni,   del   check   in   e   già siamo  dentro   l’  aereo,  che  divora inesorabilmente  un  metro   dopo  l’ altro    per    prendere    il    volo.    In partenza? Appena due ore prima ero a casa a pensare a quel momento, a quell’amato  momento   ed  ora  ero proprio  li… [continua a leggere]

Related posts

3 Thoughts to “CONCORSO BEST REPORTER 2014”

  1. Geograficamente interessante

  2. Geograficamente di interesse alberto Mussinatto

  3. Luisa

    Complimenti Elena, con il tuo racconto ci hai trasmesso bellissime emozioni.

Leave a Comment